Come cuocere al microonde

Da : | 0 Commenti | On : 20 ottobre 2017 | Categoria : Funzionamento del microonde

Cuocere al microonde

Per ottenere i migliori risultati col cuocere al microonde, bisogna innanzitutto dimenticare il forno tradizionale e prendere confidenza con il nuovo apparecchio ed acquisire nuove abitudini.

Scegliete sempre alimenti freschissimi. Le microonde sviluppano gli aromi e i sapori originali ed esaltano la conseguenza sia l’ottimo che il mediocre.

Gli alimenti freschi, ricchi di acqua, cuociono meglio e più in fretta di quelli essiccati. Aggiungete l’acqua di cottura in funzione del grado di idratazione dell’alimento.

La migliore cottura si effettua nell’acqua di cui è costituito l’alimento, cui aggiungete pochissimo liquido. Se l’alimento contiene poca acqua, aumentare leggermente la quantità di liquido: acqua , brodo, vino, latte…

Quando si cuoce al microonde i liquidi di accompagnamento non hanno spesso il tempo di ridursi. Usateli dunque in quantità limitate. Trattate insieme preferibilmente alimenti omogenei per la loro natura e il loro volume. Diminuite le quantità di sali e aromi. Le microonde rendono più forte il loro sapore. I condimenti possono essere limitati e persino eliminati, sia nella fase di cottura che di riscaldamento e con questo si ottengono evidenti vantaggi dietetici.

Precauzioni per cuocere al microonde

Alcuni alimenti richiedono particolari precauzioni:

  • Le uova e gli alimenti a base di uova sono piuttosto delicati da trattare a causa dei tempi brevissimi e della loro natura; non fare cuocere le uova intere (con il guscio) nel forno al microonde;
  • La panna liquida e le emulsioni hanno bisogno di cottura breve, di controllo frequente ed eventualmente di una potenza di cottura ridotta. Mescolate spesso;
  • Non cuocete troppo a lungo alimenti di volume limitato: molluschi, rognone, etc…;
  • Bucherellate gli alimenti con buccia come le patate, i pomodori, le salsicce, per evitare che scoppino durante la cottura.
  • Scegliete di cuocere in più riprese piccole quantità, piuttosto che un una volta sola pezzi voluminosi e spessi.
  • Disponete gli alimenti in spessori limitati, le microonde non penetrano oltre i 2 cm di profondità, al di la della quale la cottura si effettua per conduzione. Non ci sono comunque problemi fino a 5-6 cm di spessore.
  • Disponete i pezzi più spessi all’esterno del piatto, i più sottili al centro. Coprite per evitare che si asciughino troppo e che si producano schizzi.

Durante la cottura, mescolate gli alimenti e amalgamate i preparati liquidi. Regolate la potenza secondo il tipo di operazione. Selezionate il tempo di cottura nella maniera più precisa possibile, per evitare che gli alimenti scuociano e si asciughino troppo. Se necessario, potete sempre continuare la cottura successivamente per alcuni secondi o minuti.

Calcolate un tempo di “riposo” al termine della cottura. Il tempo di cottura varia anche in base alla quantità introdotta nel microonde. Ci vorrà più tempo per 3 patate che per una. Questo anche in base ai gusti di ciascuno: verdura molto cotta o croccante, carne al sangue o ben cotta…

Non fatevi dei problemi ad aprire l’apparecchio per mescolare o controllare i risultati di cottura.

Share This Post!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *